Integratori per bambini, solo quando servono

Gli integratori alimentari dovrebbero essere considerati alla stregua dei medicinali, quindi utilizzati solo dopo un consulto medico. Soprattutto quando si parla di bambini

I pareri riguardo gli integratori alimentari per i bambini sono spesso controversi. Alcuni medici ritengono che siano inutili mentre altri ne consigliano vivamente l’utilizzo. In realtà un bambino nutrito con una dieta equilibrata e un’elevata quantità di alimenti freschi, non dovrebbe avere bisogno di integratori.

Ma è anche vero che il bambino deve far fronte alle esigenze nutrizionali legate allo sviluppo e alla crescita, e anche all’attività fisica e intellettuale che aumenta proporzionalmente allo sviluppo. E quindi potrebbe essere necessario un apporto energetico supplementare.

Bambina mangia un ghiaccioloL’organismo ha bisogno di tutti gli elementi che favoriscono la crescita. Per questo motivo è molto importante una dieta equilibrata e variegata, ricca di minerali e vitamine. L’aggiunta di un complesso multivitaminico e minerale, indubbiamente, assicura l’apporto di tutti i nutrienti.

Se ascoltiamo gli annunci pubblicitari, tutti i bambini avrebbero bisogno di qualche integratore. Ma non è assolutamente necessario se seguono un’alimentazione equilibrata, con abbondanti porzioni di frutta e verdura.

In alcuni casi, è difficile farle mangiare ai bambini. Ad esempio, molti bambini non amano le verdure, oppure il lavoro e la fretta ci fanno ricorrere troppo spesso ad alimenti industriali. In questi casi allora si, dovremmo usare gli integratori di vitamine e minerali per evitare importanti carenze nutrizionali.

Le condizioni per una crescita senza supplementi alimentari sono le seguenti:

  • Mangiare almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno
  • Tutti i pasti, compresi gli spuntini, sono importanti
  • Durata del sonno di almeno 8 ore
  • Una dieta equilibrata e il più variegata possibile

Come si compone una dieta salutare?

Una buona alimentazione include il maggior numero di cibi freschi nella massima quantità possibile. Molti alimenti di origine industriale specifici per uso pediatrico sono dosati in quantità specifiche per i bambini, ma non sono alimenti freschi e devono necessariamente includere additivi e conservanti. Alimenti freschi come frutta e verdura sono da preferire in ogni caso.

Il latte e i latticini, come formaggio e yogurt, sono le migliori fonti di grassi per i bambini di età superiore ai 3 anni.

Fondamentali le proteine, da fornire utilizzando le migliori fonti come pollo, pesce, carne e uova.

E infine i carboidrati, dove la scelta migliore sono i grani integrali come avena e riso integrale.

Vitamine per i bambini

A partire dall’età di 4 anni, i bambini possono prendere le vitamine su consiglio del farmacista. Le vitamine non cambieremo la genetica del bambino, ma a volte possono aiutare a migliorare le sue prestazioni o la crescita.

Ci sono poi alcuni bambini che ne hanno più bisogno:

  • Bambini che non mangiano regolarmente cibi sani, freschi o integrali
  • Bambini che mangiano poco, che non hanno fame
  • Bambini con problemi cronici, come asma o disturbi digestivi, che hanno assunto farmaci o li stanno assumendo
  • Bambini inclini a raffreddori o infezioni
  • Bambini particolarmente attivi, ad esempio quelli che praticano regolarmente attività fisica
  • Bambini che seguono una dieta restrittiva, come i vegetariani che hanno bisogno di ferro
  • Bambini che non possono prendere il latte, potrebbero avere bisogno di calcio
  • Bambini che bevono molte bevande gassate, che possono causare la perdita di minerali e vitamine

Che cosa sono le vitamine?

Le vitamine sono sostanze necessarie ed essenziali per la vita, che il nostro organismo non può produrre e quindi devono arrivare da fonti esterne.

Ci sono 13 vitamine essenziali, che possono essere classificate in due gruppi:

  • idrosolubili, le 8 vitamine del gruppo B e la vitamina C
  • liposolubili, sono le vitamine A, D, E e K

Le caratteristiche in comune sono le seguenti:

  • Non hanno calorie
  • I fabbisogni sono minimi
  • Una non compensa le altre
  • Sono indispensabili per la crescita e per il funzionamento dell’organismo

Quali sono le vitamine più importanti per il bambino?

Tutte le vitamine sono fondamentali, ma nell’età dell’infanzia alcune di esse sono leggermente più importanti.

La vitamina A stimola la crescita e lo sviluppo di tessuti e ossa, migliora la salute visiva e la risposta immunitaria.

La vitamina C è molto importante per i più piccoli perché aiuta a migliorare le difese naturali, evitando i raffreddori. Inoltra stimola i muscoli, il tessuto connettivo e la pelle.

La vitamina D migliora la formazione delle ossa e dei denti e favorisce l’assorbimento del calcio.

Le vitamine del gruppo B e in particolare la vitamina B6 sono responsabili del corretto funzionamento del sistema nervoso, aiutano il metabolismo, migliorano la produzione di energia e la circolazione.

Dove si trovano queste vitamine?

La vitamina C si trova principalmente negli agrumi. Oltre a questi, altre fonti importanti sono le fragole, i kiwi, i pomodori e gli ortaggi verdi come i broccoli.

Le vitamine B2, B3, B6 e B12 si trovano nella carne, pollo, pesce, noci, uova, latte, formaggio, fagioli e soia. La vitamina B2 la troviamo nelle verdure verdi, broccoli, spinaci, la vitamina B6 nell’avocado, banane e patate, la vitamina B3 nella carne magra e nel pesce.

La vitamina A è presente nel latte, formaggio, uova, verdure gialle e arancioni, come le carote.

Le fonti di vitamina D sono latte e latticini, tuorli d’uovo, oli di pesce. Anche se, la fonte migliore di questa vitamina proviene dal sole piuttosto che dalla dieta. Ma non sempre, soprattutto in inverno, si riesce ad esporre il bambino al sole per il tempo adeguato.

Che cono sono i minerali?

Come le vitamine, anche i minerali sono essenziali, facendo parte di organi, muscoli e ossa. Ci sarebbe un lungo elenco di minerali importanti per il bambino, ma in particolar modo si deve prestare attenzione a calcio, ferro, rame, iodio, zinco, fluoro e selenio.

Il calcio aiuta a migliorare la robustezza delle ossa. Le sue fonti principali sono latte e derivati, verdure verdi, tofu e succo di arancia.

Il ferro migliora la formazione di muscoli e globuli rossi. La carenza di ferro è molto comune nell’adolescenza, soprattutto nelle ragazze quando iniziano a mestruare. Le fonti principali sono carne bovina, altre carni rosse, tacchino, maiale, spinaci, fagioli, prugne. Quantità meno rilevanti si trovano nelle uova, pesce, pollame, pollame, cereali integrali, lenticchie.

Il rame agisce insieme al ferro nella formazione dei globuli rossi, del sistema immunitario e delle ossa.

Lo iodio è un elemento essenziale per lo sviluppo e la crescita del bambino, fondamentale per la formazione degli ormoni tiroidei. Lo troviamo essenzialmente nel pesce, nel sale iodato, alghe e nei vegetali coltivati vicino al mare.

Lo zinco è necessario per una pelle sana e stimolare il sistema immunitario. Si può trovare nelle carni e nel pesce, tuorlo d’uovo, soia, crostacei, legumi e uva.

Infine il fluoro, essenziale per un buon sviluppo dentale.

Dosaggi e consigli

Non è una buona idea per la salute dei bambini dare loro importanti quantità di vitamine. Le vitamine liposolubili come A, D, E e K, in quantità elevate, sono spesso tossiche per i bambini. Così come lo è il ferro.

Come ripeto, il modo migliore per assicurare al bambino tutti i nutrienti di cui ha bisogno è attraverso la dieta. Con calma, se il bambino un giorno non mangia le verdure, non disperiamo. Ci riproveremo il giorno successivo.

Se poi l’integrazione alimentare si rende necessaria, i supplementi vanno tenuti fuori la loro portata. Soprattutto quelli che sembrano caramelle.

Dategli le vitamine masticabili alla fine dei pasti. In particolare le vitamine liposolubili vanno prese a stomaco pieno.

Se il bambino sta assumendo un farmaco, chiedete al medico o al farmacista informazioni sulle possibili interazioni.

Le vitamine non sono solitamente somministrate ai bambini sotto i 4 anni di età, se non espressamente indicato da un medico.

Chiara
Sono Chiara, la mamma fortuna di Giulia, una splendida bambina di 9 anni. Lavoro in un negozio di abbigliamento al centro di Roma e nel tempo libero (poco) cerco di curare questo blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *