Come insegnare a i bambini a lavarsi i denti?

L'igiene orale è importante a qualsiasi età e per questo è bene iniziare già da piccoli con le prime cure e una corretta pulizia dei denti, anche se ancora da latte.

Questo per evitare la formazione delle carie interdentali e per insegnare a bambini una buona abitudine di igiene orale quotidiana.

Quando iniziare a lavare i denti ai bambini? È bene iniziare a lavare i denti ai bambini fin da piccoli, già da un anno d’età iniziando come un gioco.

Bambini che si lavano i dentiInfatti i pediatri dicono che una corretta igiene orale, già allo spuntare dei primi dentini, permette un corretto sviluppo delle arcate dentarie e aiuta a allontanare il rischio che il bambino in futuro possa soffrire di problemi ai denti.

Inoltre attuare una corretta igiene orale fino da piccoli permette poi ai denti permanenti di trovare prima lo spazio per la loro naturale collocazione.

Dopo il primo anno di età e in generale quando sono comparsi tutti i denti da latte, intorno circa ai due anni di età o comunque tra i 24 e i 30 mesi si può cominciare a usare uno spazzolino per bambini con le setole morbide. In commercio ce ne sono di specifici per i bambini dai 2 ai 4 anni, che hanno anche un’impugnatura comoda e facile da afferrare, di tanti colorati e dalle forme simpatiche con personaggi per bambini.

Dato che all’inizio i bambini non sanno che il dentifricio non va mangiato, in commercio ci sono appositi dentifrici per bimbi piccoli che anche se ingeriti non fanno male, oppure si può iniziare col dentifricio solo se il bambino avrà imparato a non ingoiarlo.

Pulizia dei denti nei bambini piccoli

Iniziare spazzolando delicatamente e con movimenti circolari prima i denti laterali, poi quelli frontali.

Spazzolare bene sia nella parte interna che esterna, superiore e inferiore, ed è bene poi piano piano cominciare col spazzolare anche la lingua per evitare la formazione di batteri.

I denti andrebbero lavati tre volte al giorno, mattina, dopo colazione, dopo pranzo e dopo cena quindi dopo ogni pasto per togliere ogni residuo di cibo che può favorire il formarsi delle carie e della placca batterica.

All’inizio però per i bimbi più piccoli si può iniziare con una volta al giorno, poi gradualmente passare a due e poi a tre, in modo che si possano abituare lentamente all’uso dello spazzolino.

Il dentifricio da usare per i più piccoli deve essere arricchito con fluoro per fortificare lo smalto, ma dato che solitamente essi non amano il sapore dei dentifrici che usano i genitori, dall’aroma spesso forte o dal gusto salato, è meglio comprarne uno adatto a loro, che risponda ai gusti dei più piccoli, e in commercio se ne trovano di tantissime marche diverse per tutti i gusti.

Spazzolino per bambini dai 5 anni in su

Quando i bambini sono un po’ più grandicelli, intorno ai 6 anni, quando iniziano a spuntare i denti permanenti, si può provare a utilizzare uno spazzolino di morbidezza media, come se ne trovano anche sul mercato, proprio per i bambini dai 5 anni in su.

In alternativa si può provare a usare lo spazzolino elettrico per bambini, una buona soluzione perché, dato che questo tipo di spazzolino ha una testina che esegue delle oscillazioni circolari, rimuove più placca che gli spazzolini tradizionali.

Chiara
Sono Chiara, la mamma fortuna di Giulia, una splendida bambina di 9 anni. Lavoro in un negozio di abbigliamento al centro di Roma e nel tempo libero (poco) cerco di curare questo blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *